fbpx
0,00
  • Nessun prodotto nel carrello

Kunst Historisches Museum, Vienna

Scopri i puzzle delle opere d'arte del Kunst Historisches Museum, Vienna

oppure leggi tante informazioni e curiosità su kunst historisches museum, vienna

Kunsthistorisches Museum Vienna

Il Kunst historisches Museum Vienna è tra i musei più grandi e importanti del mondo.

Nacque dalla decisine dell’Imperatore Francesco Giuseppe d’Asburgo per ospitare le collezioni imperiali e custodisce un enorme patrimonio artistico. Infatti nelle varie sedi e nelle numerosissime sale sono esposti oggetti realizzati nell’arco di 5 millenni, dall’epoca egizia, passando per l’antica Grecia fino agli sgoccioli del XVIII secolo. questa è una testimonianza della passione degli Asburgo per il collezionismo.

La storia del Kunst Historisches Museum Vienna

Il Kunsthistorisches Museum il  “Museo della storia dell’arte” che nel 2012 ha contato 1.351.940 visitatori, è uno dei principali musei di Vienna ed uno dei più antichi e ricchi al mondo.
L’edificio principale del museo è sormontato da una cupola ottagonale alta 60 metri e si trova in Maria-Theresien-Platz, lungo la Ringstraße.

Il Museo venne inaugurato ufficialmente il 17 ottobre 1891 alla presenza dell’imperatore Francesco Giuseppe I dopo oltre trent’anni dalla prima commissione. Inoltre dal 22 ottobre venne aperto al pubblico.
IL museo venne richiesto dall’imperatore nel 1858 per contenere l’immensa collezione di opere d’arte degli Asburgo e di rendere il loro patrimonio accessibile a tutti.

La prima pietra venne posata, senza troppe cerimonie, il 27 novembre 1871. Le facciate richiamano lo stile rinascimentale italiano e gli interni sono decorati con marmo, ornamenti di stucco e d’oro e pitture.

 Le collezioni del Kunst Historisches Museum Vienna

Le vaste collezioni del Kunsthistorisches Museum sono esposte in più sedi dalla pinacoteca alla Kunstkammer, la Collezione di Arte Antica, la Collezione Egizio-Orientale e il Gabinetto Numismatico.

In questo museo, particolare interesse, viene dall’arte rinascimentale e da quella barocca. Infatti ,un momento di estremo piacere artistico, per il visitatore è costituito dalla sontuosa architettura del museo di gusto barocco.

Infine una una delle più importanti sculture del museo, la Saliera di Benvenuto Cellini, è stata rubata l’11 maggio 2003. Grazie a grandi ricerche recuperata il 21 gennaio 2006 in una scatola, sepolta sotto terra, in una foresta vicino alla città di Zwettl, in Austria. Questo fu il più grande furto d’arte nella storia austriaca.

Le collezioni del Kunst Historisches Museum Vienna comprendono opere meravigliose di Brughel e di tanti pittori europei.