fbpx
0,00
  • Nessun prodotto nel carrello

Puzzle la fontaine

Scopri i puzzle La Fontaine

oppure leggi tante informazioni e curiosità su la fontaine

Novità 28.8% Hot
Puzzle Per Bambini 4 Anni 100 Pezzi Lupo Agnello Dtoys
Puzzle Per Bambini 4 Anni 100 Pezzi La Fontaine Dtoys

Puzzle per bambini 4 anni 100 pezzi – Il lupo e l’agnello

0 out of 5
13,90 9,90

Stai risparmiando: 4,00 € (28.8%)

Novità 33.6% Hot
Puzzle Per Bambini 5 Anni 240 Pezzi La Volpe E La Cicogna
Puzzle Per Bambini 5 Anni 240 Pezzi La Volpe E La Cicogna Immagine

Puzzle per bambini 5 anni 240 pezzi – La volpe e la cicogna

0 out of 5
14,90 9,90

Stai risparmiando: 5,00 € (33.6%)

Puzzle Jean De La Fontaine

Jean de La Fontaine  (1621-1695) fu uno dei maggiori esponenti del classicismo francese. Uno scrittore e poeta francese autore di celebri favole con animali come protagonisti.

La giovinezza e le prime opere

Il padre, sovrintendente di Château-Thierry, comune ad est di Parigi, avrebbe voluto per il figlio una vita clericale e quindi lo inserì nel 1641 nella Congregazione dell’Oratorio.

Tuttavia La Fontaine sviluppò fin da giovane l’amore per la letteratura e nel  1654 pubblicò il suo primo scritto basato su un adattamento dell’Eunuchus di Terenzio.

Dopo questo primo scritto e abbandonati  gli studi ecclesiastici si diede a vastissime letture e frequentò gli ambienti artistici e letterari di Reims e Parigi, dove si stabilì nel 1658.

Nella capitale francese iniziò a prestare servizio al ministro delle finanze Fouquet a quale gli il poema eroico Adonis (1658), ispirato a Ovidio, ottenendone in cambio una pensione. Tuttavia nel 1661 il suo protettore cadde in disgrazia, La Fontaine coraggiosamente prese le sue parti scrivendo in sua difesa L’elégie aux nymphes de vaux: questo lo fece cadere a sua volta in disgrazia e in gravi difficoltà finanziarie.

Alla fine del 1674 pubblicò i Contes et nouvelles en vers, un gruppo di racconti e novelle scritti in versi.Racconti e novelle in versi), ispirati a modelli italiani, soprattutto Ariosto e Boccaccio. I temi licenziosi (che gli procurarono la condanna reale nel 1675) erano ripresi con una certa freschezza, per quanto soffocata dalla regolarità del decasillabo e dell’ottonario. Tuttavia alcuni racconti sono pregevoli, come il celebre Joconde.

Le Favole di La Fontaine

Nel 1668 uscirono i primi sei libri delle “Favole scelte messe in versi”(Fables choisies mises en vers). Insieme ad esse uscirono anche le meravigliose illustrazioni di Chaveau. Ispirato da raccolte medievali e rinascimentali, il poeta superò tutti i suoi modelli toccando vertici di elegante brevità, varietà di toni e ritmi.

Fra le favole più celebri che scriverà nella sua vita citiamo sicuramente Il gallo e la volpe, Il corvo e la volpe, Il gatto e la tigre.

La morte è uno degli elementi ricorrenti nelle Favole, in associazione al diritto del più forte, senza però trascurare il senso di solidarietà e di pietà verso gli infelici.

Infatti dietro alle Favole di La Fontaine una delle morali complessive è l’accettazione completa della natura umana: ad esempio La Fontaine certamente non vuole dare ragione al lupo nella favola celeberrima, però ammette l’impossibilità di salvare l’agnello.

Il successo del libro fu enorme delle sue favole su enorme.