fbpx
0,00
  • Nessun prodotto nel carrello

Puzzle l’urlo di Munch – 1000 pezzi

Novità Hot

(*) Le proporzioni del puzzle ultimato potrebbero non rispecchiare perfettamente quelle dell’immagine riportata sulla scatola.

Puzzle l’urlo di Munch – 1000 pezzi

19,90

Disponibile

DT72832MU01. Disponibile Categoria: .

Scopri lo stile dell’arte moderna e mettiti alla prova col famoso puzzle L’urlo di Munch da 1000 puzzle.
Puzzle Arte grazie alla nuova splendida edizione della marca D-Toys è lieta di proporvi questo puzzle d’arte che rende omaggio al grandissimo artista norvegese che ha saputo esprimere con il pennello il suo dolore.

Informazioni aggiuntive

Numero pezzi

Marca

Artista

Museo d'arte

Dimensioni dell'opera

63 cm x 86 cm

Difficoltà

Dimensioni puzzle

68 cm x 47 cm

Dimensioni scatola

38 cm x 26,5 cm x 5,5 cm

EAN

5947502872832 01

Caratteristiche del puzzle

Il puzzle l’Urlo di Munch ti farà scoprire è il più famoso esempio di arte espressionista della storia. Infatti il puzzle l’ Urlo di Munch è uno splendido modo per entrare in un’intima relazione con le pennellate emotive e potenti del grande artista norvegese.

Grazie a questo meraviglioso puzzle d’arte da 1000 pezzi della marca D-Toys puoi scoprire tutta la forza e l’impeto dei volti e delle forme di Munch. Il disegno scompare, le linee diventano irreali e profonde, i colori aggressivi e inquietanti.

Questo puzzle è adatto sia per i costruttori di puzzle più esperti ma anche per i principianti grazie alle sua bidimensionalità e alla sua grandissima fama. Infatti le zone dei colori sono decise e ben definite lasciando però grande spazio a particolari tutti da scoprire.

Questo dipinto è l’emblema della ricerca emotiva, la profonda solitudine interiore e il viaggio tumultuoso che si intraprende nella ricerca della serenità tra le difficoltà della malattia e della morte. Un urlo interiore, che terrorizzato da un cielo di fuoco, si esprime sulla tela in una delle più grandi opere della storia dell’arte.

Il Puzzle L’urlo di Munch nel dettaglio

Il puzzle L’urlo di Munch 1000 pezzi della marca D-Toys è uno splendido esempio di puzzle d’arte moderna.
Il grandissimo dipinto del grande maestro norvegese dell’espressionismo è il più grande esempio di arte espressionista.
I colori del puzzle sono molto brillanti e i dettagli estremamente accurati e ricercati. I tasselli del puzzle sono robusti e l’incastro è eccellente.

Numero Pezzi Puzzle Numero pezzi1000 Marche Puzzle MarcaD-toys
Dimensioni Puzzle Dimensioni puzzle (cm)68 x 47 Dimensioni Scatola Puzzle Dimensioni scatola (cm)38 x 26,5 x 5,5

Descrizione dell’opera

Le radici dell’arte di Munch sono ancorate ad una visione della realtà profondamente permeata dal senso incombente e angoscioso della morte. L’urlo di Munch è senza dubbio la più celebre delle opere munchiane e una delle più sottilmente inquietanti di tutto il secolo. Il senso profondo del dipinto, realizzato nel 1893, lo troviamo descritto dall’artista stesso in alcune pagine di un suo diario:

“Camminavo lungo la strada con due amici, quando il sole tramontò, il cielo si tinse all’improvviso di rosso sangue. Mi fermai, mi appoggiai stanco morto a un recinto. Sul fiordo nero e azzurro e sulla città c’erano sangue e lingue di fuoco, i miei amici continuavano a camminare e io tremavo ancora di paura e sentivo che un grande urlo infinito pervadeva la natura”

Munch parte dall’abbandono di ogni tradizionalismo. Abolito il disegno, abolito il chiaroscuro.

Edvard Munch Ceneri
Urlo Munch

L’espressionismo, in particolar modo l’espressionismo di Munch, tende a togliere al mondo ogni sua realtà oggettiva per trasferirla nella sfera del personale.

Dietro i colori violenti, che si possono anche ritrovare nel puzzle l’urlo di Munch che proponiamo, le forme sommarie e i modellati angolosi, rispunta la vera e immortale anima nord europea. Questa visione del mondo è legata in modo indissolubile alla cultura gotica, con la sua ansia di religiosità, e a quella barocca, che della prima rappresenta una sorta di raffinata variante evolutiva.
Dunque ecco che se le motivazioni dell’Espressionismo sono contemporanee, profondamente radicate in una società dove i contrasti di classe hanno creato disoccupazione e squilibri devastanti, i mezzi tecnici per dare loro forma hanno origini antiche.

La fanciulla malata di Munch

Il primo esempio dell’espressionismo di Munch si ha nel dipinto di Munch Fanciulla Malata, ove l’artista ricorda l’agonia e la prematura scomparsa della sorellina Sophie.
La scena rappresenta una ragazza dai capelli rossi a letto, con le spalle appoggiate a un enorme cuscino bianco. Accanto, forse inginocchiata, vi è una figura femminile dal capo reclinato.

I due personaggi, sono muti. La fanciulla spalanca un occhio vitreo e allucinato, presagio di sventure, e la sua mano sinistra è accarezzata da quelle della donna. L’intreccio di queste mani, delineato con pochi, rapidissimi colpi di colore, non è affatto casuale: ciascuno può infatti controllare come ricada perfettamente all’incrocio delle due ipotetiche diagonali, dunque nel centro geometrico del dipinto.
La prospettiva della stanza è angusta. Il letto sembra compresso tra il comodino e una parete, sulla quale pende un tendaggio verdastro.
L’aria che si respira è pesante, quasi viziata. Munch vuol farci sentire l’odore della malattia, il senso di chiuso, gli aromi acuti degli sciroppi e delle medicine. L’unica  luminosità proviene dal cuscino e dal volto pallido della ragazza.

Ma non sembra luce riflessa: è come se la federa e la pelle emanassero una loro luminescenza intrinseca e spettrale.

Al posto della descrizione naturalistica dei corpi l’artista sostituisce dei semplici abbozzi di colore, al di fuori di qualsiasi regola mai prima sperimentata; anche tutte le convenzioni del disegno e delle lumeggiature accademiche vengono trasgredite.

Gli intenti rappresentativi di Munch sono nuovi e diversi. Egli vuole rappresentare sentimenti, non materiali, e anche i personaggi altro non sono che involucri di passioni o di angosce.

Fanciulla Malata Munch

L' Urlo di Munch

Il grido di Munch, che è il soggeto del puzzle l’urlo di Munch, è senza dubbio la più celebre delle opere munchiane e una delle più sottilmente inquietanti di tutto il secolo.

Il senso profondo del dipinto, realizzato nel 1893, lo troviamo descritto dall’artista. Infatti racconterà in seguido che stava camminando lungo la strada con due amici, quando il sole tramontò. Ad un tratto il cielo si tinse di rosso sangue.
Munch si fermò e si appoggiò stanco morto a un re
cinto: sul fiordo neroazzurro e sulla città c’erano sangue e lingue di fuoco. I suoi amici continuavano a camminare e lui tremava ancora di paura e sentiva che un grande urlo infinito pervadeva la natura.

Puzzle Lurlo Di Munch 1893. Pastello Su Cartone Arte Svelata
Puzzle Lurlo Di Munch 1893. Tempera E Pastello Su Cartoncino Arte Svelata
Puzzle Lurlo Di Munch 1895. Pastello Su Cartone Arte Svelata
Puzzle Lurlo Di Munch 1910. Tempera Su Pannello Arte Svelata

L’uomo in primo piano esprime, nella solitudine della sua individualità, il dramma collettivo dell’umanità intera. Il ponte, la cui prospettiva si perde all’orizzonte, richiama i mille ostacoli che ciascuno di noi deve superare nella propria esistenza, mentre i presunti «amici» che continuano a camminare, incuranti del nostro sgomento, rappresentano con cruda disillusione la falsità dei rapporti umani.
Tuttavia, come sempre in Munch, i contenuti non sono mai disgiunti dalla forma e qui la forma perde qualsiasi residuo naturalistico diventando preda delle angosce più profonde dell’artista.

L’uomo che leva, alto e inascoltato, il suo urlo terribile è un essere serpentinato, quasi senza scheletro, fatto della stessa materia filamentosa con cui sono realizzati il cielo infuocato o il mare oleoso. Al posto della testa vi è un enorme cranio repellente, senza capelli, come di un sopravvissuto a una catastrofe atomica. Le narici sono mostruosamente ridotte a due fori, gli occhi sbarrati sembrano aver visto un abominio immondo, le labbra nere rimandano alla putrescenza dei cadaveri.

Il dipinto, che destò enorme scalpore, faceva in realtà parte di un’opera più complessa, una sorta di grandiosa narrazione ciclica, intitolata il Fregio della vita e composta da numerose tele a loro volta suddivise in quattro grandi temi: Il risveglio dell’amore, L’amore che fiorisce e passa, Paura di vivere, La morte.

L’urlo di Munch disperato e primordiale che esce da quella bocca straziata si propaga nelle convulse pieghe di colore del cielo, della terra e del mare. È l’urlo di chi si è perso dentro se stesso e si sente solo, inutile e disperato anche (e soprattutto) fra gli altri.

Sera nel corso Karl Johann

La forza di Edvard Munch si percepisce nella  Sera nel corso Karl Johann, un dipinto eseguito nel 1892 e poi esposto, nello stesso anno, alla fallimentare mostra di Berlino.

La scena rappresentata dovrebbe essere quella del tranquillo passeggio serale nella principale arteria dell’antica Christiània, centro animato e pulsante della vita economica e politica della città. Munch interpreta il rito del passeggio, tipico di un certo ambiente borghese, come un’orrida processione di spettri dagli occhi sbarrati. Dell’umanità dei personaggi non sono rimasti che gli attributi esteriori: i seri cilindri degli uomini e gli sfiziosi cappellini delle signore. I volti, invece, sono maschere scheletriche, oscure incarnazioni di forze misteriose e spaventevoli.

Il senso che se ne ricava è quello di un feroce attacco alla borghesia e alle sue vuote ritualità, nelle quali è coinvolto addirittura il Parlamento (l’edificio a destra, sullo sfondo), le cui finestre innaturalmente gialle sembrano occhi sinistri che controllano che tutto vada secondo gli schemi previsti.

Unico elemento di disarmonia, dunque di opposizione, è la figura che si incammina sulla destra, ombra incerta e solitaria. Nel semplice ed  efficacissimo simbolismo munchiano essa rappresenta l’artista stesso, colui che, incurante del consenso della massa, rema comunque contro corrente. Di lui non vediamo il volto, è vero, ma possiamo esser certi che avrà il volto di un uomo e non di uno scheletro.

Sera Sul Viale Carl Johan Munch

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Puzzle l’urlo di Munch – 1000 pezzi”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 + 3 =

Accedi Account

Sei già un cliente di Puzzle Arte?

Invaild email address.

6 or more characters, letters and numbers. Must contain at least one number.

Le tue informazioni non verranno condivise con terzi.